vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Carpignano Sesia appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Chiesa di Santa Marta

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza volontari della libertà
Telefono 0321.825203 (Parrocchia)
Proseguendo l'itinerario, si incontra la piccola chiesa di Santa Marta.
Di un certo interesse sono, all'esterno, il lato destro e la facciata, che evidenziano nella muratura la tecnica costruttiva cosiddetta "a spina di pesce", con l'utilizzo delle pietre della Sesia, ed il piccolo campanile.
La navata (unica) è rettangolare, ed è scomparsa l'absidiola sulla parete di fondo, che si era mantenuta fino al secolo XVII.
Non regolare è l'orientamento dell'edificio, con l'altare a nord anziché ad est, come avrebbero richiesto i canoni ecclesiastici.
Da notare anche il fatto che posteriormente l'Oratorio di Santa Marta si appoggiava a locali della Confraternita di Santo Spirito, la quale possedeva anche un solaio, adibito a deposito di granaglie.
Questo costituì un ostacolo per la Confraternita di Santa Marta ogniqualvolta essa tentò di ingrandire l'Oratorio. Già nella metà del Seicento la piccola abside era stata abbattuta e sostituita con una cappella quadrangolare più capace, in cui erano collocati anche i sedili per i confratelli.
La volta, le lesene, le cornici interne e la sacrestia della chiesa vennero realizzate nel 1821, mentre il campaniletto e la campana risalgono al 1832.
Nel 1896 e nel 1919 il Comune di Carpignano avanzò richiesta per l'atterramento della chiesa, per ampliare la piazza.
Recentemente l'utilizzo dell'Oratorio di Santa Marta come cappella invernale della chiesa parrocchiale ha determinato l'abbattimento del vecchio altare in muratura dipinto ad imitazione del marmo, e la collocazione, sulla parete di fondo, di un'immagine lignea della Beata Vergine di Caravaggio.
Nei locali retrostanti la chiesa di Santa Marta si trova la sede attuale della Associazione Turistica Pro Loco.

Tratto da:
"Carpignano Sesia"
a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco, Interlinea
Novara, 1997, tutti i diritti riservati

Link