vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Carpignano Sesia appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Itinerari Naturalistici - Boschi della Panigà e di San Michele

Nome Descrizione
Informazioni Pro Loco
Oltre ai boschi lungo il fiume Sesia troviamo altre due località, circondate dalla campagna coltivata, con discreta estensione a bosco.
La prima, situata ai confini territoriali con i Comuni di Fara Novarese e Sizzano, porta lo stesso nome di una piccola fontana ivi nascente, la Panigà, anche se la parte terminale, posta a nord, viene indicata come Versorella, oppure impropriamente Boschetti di Sizzano, essendo più vicina a questo Comune che al nostro.
La seconda località, meno estesa, è situata lungo la vecchia strada comunale che porta a Fara Novarese e a Briona, prende il nome di un oratorio campestre, ora scomparso, intitolato a San Michele.
Questi boschi si differenziano da quelli situati presso il fiume per la presenza di numerosi alberi di castagno alcuni di notevoli dimensioni, altri sono trattati con turnazione a ceduo; essi si trovano sia in formazione fitta sia sparsi; forme di degrado sono rappresentate da colture irregolari di pioppeto ibrido o ceduato di robinia.
Durante il periodo autunnale queste località sono molto frequentate, sia per la ricerca di funghi chiodini, che per la raccolta dei frutti di castagno, vista l'abbondanza.
Se percorriamo la citata strada che porta al bosco di San Michele, appena lasciato l'abitato, ci imbattiamo in un annoso albero di pioppo nero, ormai risecchito e decapitato dei suoi rami per motivi di sicurezza, esso presenta alla sua base una nicchia naturale nel cui interno da tempo è posta una statua in gesso raffigurante la Madonna (quest'opera è stata collocata in sostituzione dell'originale scultura eseguita dal carpignanese Víttorio Aimone all'inizio del secolo e ricavata dal legno stesso dell'albero che venne trafugata anni fa); essa rappresenta ancora oggi oggetto di culto da parte della popolazione locale.
Proseguendo per la stessa strada si ha modo di sostare e dissetarsi presso un'ombrosa fontana denominata Fontanone Paltana, sulle cui ripide rive si notano ancora le tane scavate in passato dal tasso.

Tratto da:
"Carpignano Sesia"
a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco, Interlinea
Novara, 1997, tutti i diritti riservati